ASSICURAZIONI SULLA CASA

Oggi piu’ che mai l’ abitazione e’ diventato un bene primario, tra crisi disoccupazione la casa e’ un punto di riferimento importante per una famiglia. Se prima assicurare la propria abitazione poteva essere considerato un lusso oggi invece e’ diventata una necessita’.

L’assicurazione casa può coprire sia le spese dovute per guasti ed emergenze domestiche di qualsiasi tipo, sia quelle per danni verso terzi, comprendendo in molti casi anche l’assicurazione furto e incendio, obbligatoria per coloro che hanno un mutuo.L’assicurazione sulla casa include, oltre alla tutela legale durante le controversie, l’assistenza specializzata in caso di emergenza; si tratta di un investimento molto lungimirante per proteggere la propria famiglia, a prescindere che la casa sia di proprietà o in affitto, prima o seconda casa, con o senza mutuo.Trovare la migliore assicurazione casa grazie a un’occasione di risparmio, può rappresentare la giusta premessa per concretizzare il bisogno di proteggere sé stessi e i propri beni.

L’assicurazione sulla casa è una polizza che tutela sia l’immobile sia tutto il suo contenuto da eventi indesiderati come danni di vario genere o furti.

Pagando il premio fissato all’atto della stipula, si può avere la sicurezza di ottenere un risarcimento o una copertura finanziaria nel momento in cui, per il verificarsi di un evento accidentale, si potrebbe essere in condizioni di non poter sostenere delle spese.

Quali sono le tipologie di assicurazione sulla casa

Esistono sostanzialmente due tipologie di assicurazione casa:

– la polizza globale copre interi fabbricati ed è adatta a condomini o fabbricati di cui non è proprietario un singolo individuo

– la polizza multirischio comprende la copertura di diverse situazioni specifiche per un alloggio a singola proprietà.

Cosa coprono le assicurazioni per la casa

Fino al 2012 le assicurazioni per la casa non coprivano i danni determinati da catastrofi naturali. A seguito del sisma che ha colpito l’Emilia Romagna proprio quell’anno è stato poi emanato un decreto che stabilisce l’estensione ai danni causati da eventi calamitosi delle polizze destinate alla tutela della casa da danni di altro genere.

Le polizze sono diventate quindi nel corso del tempo sempre più complete e consentono di coprire diverse fattispecie di danni, quali:

danni all’abitazione a seguito di incendi o eventi calamitosi

danni arrecati a terzi

assistenza in casi di emergenza

furti

garanzia di tutela legale per questioni legate alla proprietà.

In caso di danni all’abitazione, ad esempio, come la rottura di impianti elettrici e di condutture idriche, l’assicurazione rimborsa il costo delle riparazioni e, in alcuni casi, è previsto anche il pronto intervento con l’invio di propri tecnici o artigiani.

Il rimborso avviene anche per danni involontariamente arrecati ai vicini, ad esempio per una perdita d’acqua o per la caduta di un vaso.

Questo tipo di polizza tutela in genere non solo l’assicurato, ma anche la sua famiglia o eventuale personale di servizio presente in casa, per danni da questi arrecati a terzi.

Alcune polizze prevedono anche il risarcimento per danni causati da animali domestici.

In caso di furto, l’assicurazione non solo rimborsa il valore degli oggetti assicurati, ma anche eventuali danni provocati dai malviventi per introdursi in casa, come lo scassinamento di porte e finestre e la rottura di vetri.  Oggetti preziosi, come gioielli, quadri, pellicce, ecc., e apparecchi tecnologici come tv, impianti stereo, macchine fotografiche, ecc., devono essere specificamente elencati nella polizza.

Per le controversie legali legate al possesso dell’abitazione, l’assicurazione copre le spese professionali per l’intervento dell’avvocato.

Un tipo particolare di polizza prevede anche la copertura in caso di infortuni gravi in casa con assistenza sanitaria compresa.

Infine, esistono polizze che potremmo definire 2×1: sottoscrivendo un’assicurazione per l’abitazione principale si può godere di sconti particolari e agevolazioni per una seconda polizza destinata alla casa delle vacanze.

Non tutte le polizze sono uguali, potendo comprendere un tipo di copertura e non un altro, per cui è molto importante informarsi attentamente di ciò che prevede il contratto, per scegliere quella che fa al proprio caso.

Naturalmente è  importante ricordare che l’assicurazione non paga per danni causati da dolo o grave negligenza, come l’incendio causato da cattive abitudini quale fumare a letto.

A seconda delle caratteristiche della propria abitazione e del luogo in cui si vive si possono richiedere alcune coperture ed evitare altre. Se ad esempio abitate in un quartiere in cui sono frequenti i furti, sarà importante assicurarsi contro questo rischio, ma l’installazione di un impianto d’allarme sarà fattore determinante per poter usufruire di uno sconto sul premio da pagare.

Allo stesso modo, la presenza di un’eventuale garanzia di tutela legale può essere significativa nel caso in cui il proprietario abbia il sentore di un possibile problema legato alla proprietà o una controversia già in atto, ma inutile se si gode di una certa tranquillità da questo punto di vista.

I costi dell’assicurazione casa

Il costo dell’assicurazione casa varia ovviamente in base alla compagnia prescelta e alle coperture richieste e dipende da diversi fattori, come:

– il comune in cui è ubicato l’immobile

– il valore della casa

– la tipologia di edificio (appartamento, villa o villa a schiera)

– la superficie in metri quadri.

Mediamente il costo di una polizza di questo tipo si aggira tra i 150 e i 200 euro l’anno.

Importante: nonostante quanto si legge in giro, l’assicurazione sulla casa non è ancora obbligatoria, se non in un unico caso, ovvero quando si stipula un mutuo.

Si tratta però, in questo caso, di una polizza particolare, in quanto l’entità del premio da pagare è calcolato in rapporto al capitale erogato per l’acquisto della casa.

Il premio, i massimali e l’importo da pagare al verificarsi del danno sono stabiliti dalla banca stessa e non dal soggetto che sottoscrive la polizza.

Cosa comunicare all’assicurazione quando si verifica un sinistro in casa

Nel caso in cui si verifichi un sinistro è importante comunicarlo all’assicurazione il prima possibile, di solito entro 3 giorni, accompagnando la comunicazione con la descrizione dell’evento accaduto, magari con fotografie, e allegando eventuali denunce presentate alle autorità.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI COMPILA IL FORM E SARAI SUBITO CONTATTATO DAI NOSTRI AGENTI